Agriturismo Masseria Selvaggi come Contattarci
 
 

Alberobello, i trulli patrimonio UNESCO

Alberobello deriva il suo nome da "Sylva Arboris Belli" bosco dell'albero della guerra, un querceto che anticamente ricopriva l'intera zona. Il centro abitato di Alberobello è stato fondata nel XV secolo dagli Acquaviva-D'Aragona, conti di Conversano. Alberobello ebbe la sua vera realizzazione urbanistica a partire dal 1635 ad opera del Guercio (o Guelfo) di Puglia, il conte Giangirolamo II Acquaviva Orsini Del Balzo D'Aragona.

Tutto intorno al centro del paese si estendono i caratteristici rioni dei Trulli, per i quali, Alberobello e' famosa in tutto il mondo. La zona monumentale comprende i rioni Monti e Aia Piccola, interamente composti da trulli, uniti a gruppi e allineati lungo viuzze che risalgono la collina.

Percorrendo queste stradine si puo' vedere, dagli usci sempre aperti, la struttura interna delle singolari abitazioni, che, a richiesta, sono visitabili. Generalmente presentano un vano centrale principale, comunicante, a mezzo di arcate, con la cucina e le altre camere.

Sull'alto del rione Monti, si trova la moderna chiesa di S. Antonio, anch'essa a forma di Trullo. Da questo punto si gode un panorama unico e affascinante, che fa di Alberobello uno dei luoghi piu' suggestivi della Puglia.

L'esemplare piu' completo e piu' alto di trullo e' il cosidetto Trullo Sovrano, a due piani, che si trova in una piazzetta dietro la Chiesa Madre. I trulli di Alberobello sono Patrimonio UNESCO dal 1997

 

 
 
© 2009 Agriturismo Masseria Selvaggi - P.Iva 00401990742